4° percorso  4. Illorai: Necropoli di Molia.

Proseguendo sulla strada a scorrimento veloce ancora per circa quattro chilometri, poco prima di un ponte che si trova a poche centinaia di metri dal confine con la provincia di Nuoro, si accosta a destra in un parcheggio dì cemento dal quale sono ben visibili, e facilmente raggiungibili a piedi, le Domus ce janas di Molia. La necropoli venne scoperta nel 1976, durante i lavori di sbancamento della collina per la costruzione della strada a scorrimento veloce. Comprende dieci domus de janas, risalenti al Neolitico recente (Cultura di Ozieri: 3500-2700 a.C.) ma utilizzate fino all'Età del Rame (Cultura del Vaso Campaniforme: 2000-1800 a.C.). la tomba I, posta sul fianco sud-orientale della collina, è costituita dai resti di un dromos (corridoio all'aperto), da un'anticella semicircolare (diametro 10,50 m) priva di soffitto (distrutto dalle ruspe), e da almeno undici celle. La tomba VII spicca sulle altre per la raffinata esecuzione degli ambienti, per la presenza di elementi architettonici come lesene, banconi, architravi e per alcuni ambienti totalmente dipinti di rosso. La stessa tomba, però, presenta profonde lesioni sul soffitto, dovute a cedimenti della collina nella quale è stata ricavata.
2. Illorai: Necropoli di Molia.